Sfregio Scala dei Turchi, foglio di via per i due indagati

I due favaresi ritenuti responsabili di aver imbrattato, con polvere di ossido di ferro, la marna di Scala dei Turchi, non potranno recarsi nel territorio di Realmonte per tre anni. Lo prevede il foglio di via obbligatorio, firmato dal questore di Agrigento Rosa Maria Iraci. Uno dei due “daspati” è un uomo di 49 anni, già condannato a 16 anni di reclusione per gli attentati incendiari dimostrativi alla Valle dei templi di Agrigento e alla metropolitana di Milano. L’identificazione dei responsabili è arrivata nel giro di 48 ore, grazie alle…

Condividi
Read More

Scuola ad Agrigento, DAD fino al 24 gennaio

Francesco Miccichè

Come previsto nelle scorse ore, anche a dispetto dei recenti pronunciamenti dei Tar siciliani, le scuole di Agrigento resteranno chiuse. Determinante il passaggio della città dei templi in zona arancione. Il provvedimento era stato annunciato già ieri dal sindaco Francesco Miccichè, tramite un post su facebook: “La decisione è stata adottata in considerazione del fatto che da domani Agrigento entra in zona arancione e a tal proposito condivido il contenuto della circolare diramata dall’Assessorato regionale alla Salute, che all’articolo 2, precisa: <<In presenza di focolai di straordinaria criticità epidemiologica, purché…

Condividi
Read More

Scuole a Catania, Pogliese: “Da lunedì in classe”

pogliese

La riunione dei sindaci sullo scottante tema della riapertura delle scuole ha portato a una risoluzione, comunicata dal sindaco di Catania Salvo Pogliese. Il primo cittadino etneo, attraverso un post su Facebook, ha comunicato che il discrimine fondamentale sarà la fascia di rischio dei singoli comuni. Con la zona gialla si andrà a scuola in presenza, con l’arancione si valuterà sulla base di vari fattori. Scrive Pogliese: “La riunione dei Sindaci siciliani, appena conclusa, ha deciso di prevedere che non si ripropongano, in zona gialla, le ordinanze di chiusura degli…

Condividi
Read More

Covid in Sicilia, altri 14 comuni in zona arancione fino al 26 gennaio

Covid

Continua a crescere il numero dei comuni siciliani soggetti alle restrizioni anti Covid. Altri 14 entrano in zona arancione da domani fino a mercoledì 26 gennaio. Lo prevede l’ordinanza appena firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, su proposta del dipartimento regionale Asoe. Le misure restrittive anti Covid saranno in vigore nei seguenti territori: Licata (Agrigento); Mazzarino, Niscemi, Mussomeli, Riesi, San Cataldo e Vallelunga Pratameno (Caltanissetta); Borgetto, San Cipirello, Trappeto, Blufi, Petralia Soprana, Altofonte e Villabate (Palermo). Salgono così a 149 i Comuni per i quali è attualmente disposta la…

Condividi
Read More

Scuole, i contagi sono al 5%: “Si torna in classe”

Il governo regionale conferma la sua scelta circa la riapertura delle scuole e il rientro in presenza degli studenti. Una scelta rafforzata, scrive l’esecutivo in una nota, dai dati forniti dall’Ufficio scolastico regionale. “Gli alunni assenti per positività da Covid-19 – si legge – non superano il 5%: questo emerge dal monitoraggio effettuato dall’Usr che comunica di avere censito 706 istituzioni scolastiche, pari all’86% del totale. Anche alla luce di questi dati il governo Musumeci, pur comprendendo le preoccupazioni che hanno inaspettatamente ispirato, dopo la conclusione dei lavori dell’ultima task…

Condividi
Read More

Covid in Sicilia, bollettino settimanale: aumentano nuovi casi e prime dosi

Regione siciliana;

É stato diffuso il bollettino regionale sui dati Covid relativi alla  settimana tra il 3 ed il 9 gennaio 2022. Cresce ancora la curva epidemica, con altri 70.437 nuovi positivi al test molecolare o antigenico. Sono valori quasi triplicati rispetto al periodo precedente. L’incidenza cumulativa settimanale si attesta al valore di 1.455 nuovi casi ogni 100.000 abitanti. Le province più colpite Il tasso di nuovi positivi più elevato rispetto alla media regionale si è registrato nelle province di Caltanissetta (2.197/100.000 abitanti) Enna (1.936), Ragusa (1.870), Messina (1.795) Siracusa (1.662) e…

Condividi
Read More

Agrigento, si sente male dopo una lite e muore

Gela;

Un 62enne di Agrigento, L. S., è morto ieri intorno alle 13 in seguito, probabilmente, ad un infarto. I fatti sono avvenuti nella piazza nei pressi di via Alessio Di Giovanni, nel quartiere Fontanelle. Secondo una prima ricostruzione fornita da alcune testimonianze, poco prima l’uomo – che si trovava alla guida della propria vettura – avrebbe avuto un alterco con un altro automobilista a causa di un tamponamento. Il malore si sarebbe verificato mentre il 62enne era ancora all’interno dell’abitacolo, quando l’altro soggetto si era già allontanato. Un altro automobilista,…

Condividi
Read More

Palermo, furto in un’ottica di via Maqueda: è il secondo in sei mesi

ottica

Secondo colpo nel giro di sei mesi nell’ottica Minacapelli di via Maqueda 280, in pieno centro a Palermo. Ignoti, nella notte, hanno fatto irruzione nel locale dopo aver infranto la vetrina, e hanno portato via 50 montature da vista e da sole. Sul posto sono intervenuti agenti della polizia, subito al lavoro per risalire ai responsabili. Amaro lo sfogo del titolare dell’ottica, riportato dal Giornale di Sicilia: “Nonostante le difficoltà nel fare impresa in questo periodo contrassegnato dalla diffusione del Covid, siamo costretti a subire questi spregevoli episodi. Nel giro…

Condividi
Read More

Porti, Musumeci scrive a Giovannini: “Autorità Sicilia orientale senza guida da un anno”

Pozzallo; porti

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in una nota inviata al ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini, ha evidenziato una grave mancanza per i porti della Sicilia orientale. “Sono costretto a rappresentarle il mio sincero disappunto, e quello dei sindaci dei Comuni interessati – scrive Musumeci – per la perdurante condizione di vacatio che caratterizza, ormai praticamente da un anno, la governance dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale. Questa circostanza – prosegue il governatore –  è tanto più sorprendente se si considera che…

Condividi
Read More

Catania, fuochi d’artificio per compleanno madre: denunciato

Polizia; ubriaco

Gli agenti della Polizia di Stato di Catania hanno denunciato un 35enne che, intorno alle 22 di ieri, stava sparando dei fuochi d’artificio lungo il corso Italia, nei pressi dell’ufficio postale. All’arrivo della volante, allertata da diverse segnalazioni, lo spettacolo pirotecnico era ancora in corso. L’uomo ha provato a giustificarsi, sostenendo che lo sparo fosse un regalo per la madre, presente anche lei sul posto. Condividi

Condividi
Read More