Messina, incidente sul lavoro: muore un operaio

Ancora un incidente sul lavoro in Sicilia. Perde la vita un operario di 55 anni, Salvatore Ada, mentre lavorava nella zona del Viadotto Ritiro a Messina. Il dipendente della ditta Toto Costruzioni stava caricando una barriera New Jersey che, per cause ancora da verificare, l’ha travolto uccidendolo sul colpo. La Polizia sta indagando sul caso.

L’azienda esprime cordoglio a familiari e amici garantendo loro massimo supporto in questo tragico momento e spiega che le dinamiche dell’incidente sono in fase di accertamento. Toto Costruzioni da oltre due anni sta lavorando al cantiere che deve ricostruire il ponte di quasi 1 km di lunghezza lungo la tangenziale.

Le organizzazioni sindacali annunciano uno sciopero. “Siamo profondamente addolorati, Salvatore era uno stimato delegato della FenealUil, nonché un lavoratore con grandi capacità professionali – affermano Vito Panzarella, segretario generale FenealUil nazionale, Pasquale De Vardo, segretario generale FenealUil Tirrenica Messina-Palermo, e Ivan Tripodi, segretario generale Uil Messina -. Siamo stanchi di dovere piangere un nuovo innocente caduto sul lavoro. Questa ignobile mattanza deve finire e per oggi nel cantiere del Viadotto Ritiro è stato proclamato uno sciopero di otto ore“.

Il segretario generale della Cisl Messina, Antonino Alibrandi, e il segretario generale della Filca Cisl Messina, Giuseppe Famiano, chiedono monitoraggi. “Si apra al più presto una stagione di controlli per frenare la strage che continua a mietere vittime sul lavoro. Bisogna fare fronte comune per tutelare i lavoratori e si faccia al più chiarezza su quanto avvenuto”.

L’assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità della Regione Siciliana, Marco Falcone, ha commentato la notizia. “Una tragedia che ci addolora profondamente. Salvatore Ada, operaio impegnato nel grande cantiere autostradale del Viadotto Ritiro, a Messina, ha perso la vita per un drammatico incidente. Lui era uno di quei tanti volti che, nel silenzio del lavoro quotidiano, mandano avanti la nostra terra. Nel sacrificio, senza ribalta, dando forma alle opere che migliorano e fanno crescere la Sicilia. Sono in corso le dovute indagini per capire cosa è accaduto. Alla famiglia la nostra vicinanza, nella consapevolezza che nulla potrà colmare il vuoto che Salvatore ha lasciato”.

Condividi

Articoli Correlati

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.