Vulcano, disposto divieto di salire sulla cima

Il sindaco di Lipari Marco Giorgianni ha disposto il divieto di salire sulla cima di Vulcano. “Considerato il perdurare delle condizioni relative ai valori di concentrazione delle esalazioni gassose presenti nella porzione sommitale del cratere della Fossa è fatto divieto di scalare i 500 metri della montagna, con la sola eccezione per gli addetti dei centri di competenza per le attività di monitoraggio – afferma -. Decade, pertanto, quanto disposto in precedenza rispetto all’accompagnamento di visitatori ed escursionisti da parte delle guide”. Condividi

Condividi
Read More

Vulcano, sindaco Giorgianni: si modificano anche i valori sommitali

Si stanno modificando i valori sommitali del vulcano. La comunicazione arriva dal sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, riferendosi all’isola di Vulcano. Alcuni residenti, infatti, sono stati fatti evacuare dalle case per la presenza di gas e fumi provenienti dal sottosuolo. “Si è intensificava su Vulcano una attività di monitoraggio per verificare i livelli di presenza di Co2 e se questa condizione sia legata a quel posto o ad altri luoghi con le stesse caratteristiche. I Vigili del Fuoco stanno verificando, e dopo questo monitoraggio vedremo se l’area interessata da questo…

Condividi
Read More

Vulcano, fumi dal sottosuolo: evacuate alcune case

I Carabinieri a Vulcano sono intervenuti in contrada Porto Levante dopo la segnalazione dei residenti che avevano denunciato la presenza di fumi provenienti dal sottosuolo. In una circostanza hanno provocato malori ad alcuni animali domestici. Le persone sono state precauzionalmente allontanate dalle dimore. I militari hanno, inoltre, richiesto l’intervento del personale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Gli addetti ai lavori, a seguito di un sopralluogo, hanno confermato che si trattava di un fenomeno di degassamento con percentuale di anidride carbonica al di sopra dei valori normali. I soggetti coinvolti…

Condividi
Read More

Vulcano, Protezione Civile annuncia l’allerta gialla

Il Dipartimento della Protezione Civile ha disposto il passaggio al livello di allerta “giallo” per l’isola di Vulcano, in Sicilia. Le variazioni significative di diversi parametri del monitoraggio vulcanico, rilevate nelle ultime settimane dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dall’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente, rendono necessarie alcune misure e iniziative aggiuntive per la gestione del rischio sull’isola. Il livello di allerta “giallo” determina anche il potenziamento delle attività di monitoraggio e sorveglianza vulcanica, un raccordo informativo costante tra la comunità scientifica e le altre componenti e strutture operative…

Condividi
Read More

Catania, notte di attività eruttiva sull’Etna

Risveglio notturno dell’Etna. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha diffuso diversi aggiornamenti. Ore 00:48 (22:48 UTC) – “Dalle ore 22:40 UTC si osserva la ripresa dell’attività stromboliana al Cratere di Sud-Est. Alle ore 22.40 UTC l’ampiezza del tremore vulcanico è su valori alti. L’ultima localizzazione del tremore, alle ore 21.45 UTC, risulta in prossimità del Cratere di Sud-Est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m. Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti, alle ore UTC, è basso. Le reti di deformazione mostrano una leggera…

Condividi
Read More

Vulcano, mangia formaggio e soffoca: muore un giovane

Un 30enne di Messina ha perso la vita rimanendo soffocato da un pezzo di formaggio. Il giovane era in vacanza in una villetta dell’isola di Vulcano insieme al padre. Il genitore, presente al momento dell’accaduto, ha chiesto aiuto. Sul posto Guardia Medica e volontari della Croce Rossa che hanno provato a salvarlo. Il cibo, probabilmente, ha chiuso le vie respiratorie e soffocato il ragazzo. Intervenuti pure i Carabinieri, l’assessore comunale, Massimo D’Auria, e il delegato municipale, Giovanni Di Vincenzo. Condividi

Condividi
Read More

Catania, notte di fuoco sull’Etna: gli ultimi aggiornamenti

aggiornamenti etna

Si rianima l’Etna nel cuore della notte. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha diffuso diversi aggiornamenti sull’attività del vulcano catanese. Ore 03:11 (01:11 UTC) – “A partire dalle ore 00:21:40 UTC circa si registra una ripresa dell’attività stromboliana al CSE con emissione di cenere che si disperde in direzione E. Alle ore 00:34:59 l’attività si è intensificata. Il fenomeno è ancora in corso. Dal punto di vista sismico l’ampiezza media del tremore vulcanico ha mostrato un repentino incremento attestandosi su valori alti. Le sorgenti del tremore sono…

Condividi
Read More

Stromboli nella notte sequenza esplosiva: i comunicati dell’INGV

L’Etna chiama, lo Stromboli risponde. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha diffuso nella notte diversi comunicati sull’attività del vulcano delle Isole Eolie. Ore 01:35 (UTC) – “Le reti di monitoraggio hanno registrato alle ore 02:34 (01:34 UTC), una repentina variazione dei parametri monitorati. In particolare si osserva un’anomalia termica dalle telecamere di sorveglianza“. Ore 02:13 (UTC) – “Alle ore 1,32 50 UTC si è registrata una prima esplosione di minore intensità seguita da una seconda esplosione di maggiore intensità alle ore 1,33 30 UTC al cratere di…

Condividi
Read More

Stromboli, cratere rappresenta la maggiore sorgente di rischio tsunami nel Mediterraneo

stromboli

“Il cratere di Stromboli rappresenta la maggiore sorgente di rischio tsunami nel Mar Mediterraneo”. Lo ha annunciato Giuseppe De Natale, dirigente di ricerca dell’Ingv. “Il rischio vulcanico in Italia – prosegue il ricercatore – è estremamente variabile, poiché dipende dalla natura e dalla localizzazione degli apparati vulcanici considerati. L’Etna è un tipo di vulcano che non pone rischi immediati per la vita umana, sebbene alcune colate laviche possano talvolta minacciare i centri abitati. Il rischio principale è quello sismico legato ai processi vulcanici e alle faglie che contornano l’Etna. I…

Condividi
Read More